Hotel Messico

Il Tumblr di Gianni Solla.
Il mio ultimo romanzo si chiama Il fiuto dello Squalo, uscito per Marsilio editore. Qui lo trovate su amazon Poi qui ho messo una recensione perchè se non stai sui giornali non sei nessuno.

Volevo fare lo scrittore maledetto e vivere in alberghi pieni di femmine, invece passo la scopa elettrica e tolgo i panni dal balcone. Oggi ho anche fatto cadere una molletta nel balcone di quello di sotto.

Sulla mia lapide scrivete: “salvava tutto sul desktop.”

Eccomi nella nuova agenda Made in Sud 14-15.

Scriverò un libro fantasy, racconterà di un uomo e una donna che vivono assieme e non litigano mai.

Protocollo 874

Sono un calciatore, mi fanno entrare nel secondo tempo,
c’è uno nel mio ruolo più bravo,
e bisogna aspettare che si faccia male,
o che la partita prenda una brutta piega.
Noi panchinari ci alleniamo all’odio,
e all’umiliazione della riserva,
il calcio non ci interessa,
lo facciamo perché sappiamo correre sulle fasce,
e abbiamo un cuore adatto agli sforzi,
ma non alla vergogna.

Poesie d’amore per zombie

Gentile pubblico affamato,
sono le vostre mani tese verso di me per un autografo?,
grazie per essere qui alla presentazione del mio libro di ricette,
che cosa intendete quando dite che ho un bel cervello?,
solo una cosa vi dico: datemi i soldi,
mio caro pubblico di zombie, prendi il bancomat!,
ho il POS sul banchetto dove firmo i libri,
statemi a sentire,
smettetela di masticare il mio editore per un attimo,
ad avercene uno,
scriverò per la donna che avete amato,
la poesia d’amore che non avete scritto,
eravate uomini ma dentro già batteva un cuore di zombie,
in verità vi dico:
se non sai scrivere una poesia d’amore allora sei uno zombie,
avete solo cambiato dieta,
mangiate più proteine,
e adesso fate silenzio,
e ricordatevi di quando l’avete vista per la prima volta,
[ma non volevate ancora mangiarla].

link nell’hotel

Trovato un arsenale in casa di un uomo. Due Dostoevskij, tre Philip Roth e un Saramago con alcune frasi sottolineate, sono stati rinvenuti dai carabinieri del nucleo calciotelevisione durante l’irruzione. Le tracce di DNA sulle copertine sono compatibili con quelle dell’uomo. La comunità è sconvolta e ancora una volta ci chiediamo dove siano le istituzioni.

Quando avevo otto anni ero indeciso se prenderla bianca o rossa.

Non importa quanto tempo ci metterai, ma alla fine ti romperai il cazzo.

Nella vecchia casa ho chiuso scatole per un mese, 

su ognuna ne ho scritto il contenuto,

poi sono venuti gli addetti al trasloco,

mi hanno chiesto, questa scatola con scritto: Fallimenti amorosi dal 1984 al 1999, dobbiamo portarla?

e questa: Appunti per personaggi di romanzi?,

e poi: Cose non dette a mia madre?

non c’è abbastanza spazio, ho detto,

regalatele alla chiesa,

ma alla fine hanno portato tutto.

Adesso abito in un condominio moderno,

non parlo con nessuno,

faccio la spesa in un decò pieno di poveri,

la notte sento l’allarme delle macchine,

apro le scatole,

tocco quello che c’è dentro.

L’attrezzo più efficace in una palestra è lo specchio.

Vi poteva andare peggio ma anche molto meglio.

Conobbi una ragazza,
aveva un cubo di Rubik al posto del cuore,
e una scacchiera al posto del cervello.
Sbagliai tutte le mosse,
eppure alla fine si innamorò.
Ho sempre perso con lei,
(ci siamo sempre persi),
e per tutta la vita ho visto le sue strategie,
e una faccia sola del suo cuore.

hotel

Quando lei mi disse: “lo senti questo rumore, non capisco da dove venga. Lo sento ogni notte”, non ebbi il coraggio di dirle che ero io che le volevo bene.

"Cercherò di farlo smettere", dissi toccandole le spalle per rassicurarla, ma in quel momento, il rumore divenne devastante.

hotel